Vai ai contenuti

Menu principale:

Bandi MiBACT - Restauratore

PROBLEMATICHE GENERALI - interpretazione del concetto di Discrezionalità Amministrativa

Il bando di concorso che si chiuderà a fine mese per l'assunsione di 80 funzionari restauratori è stato predisposto in modo assai confusionario ed irrazionale.
Con questa panoramica generale vorrei chiarire quelli che sono gli aspetti con rilevanza giuridica e quelli che invece riguardano sicuramente delle problematiche, ma che possono rientrare nella discrezionalità amministrativa e quindi non potranno essere oggetto in alcun modo di contestatione a livello giudiziario.
Prima di iniziare vorrei chiarire il conceto di discrezionalità amministrativa. L’amministrazione la possibilità di compiere un’attività ricognitiva e ...... continua a leggere

PROBLEMA INERENTE LA DICHIARAZIONE DELLA QUALIFICA EX ART. 182 DEL D.LGS 42/2004
Nelle pagine finali del format predisposto dal Formez, è presente la dicitura da selezionare obbligatoriamente, con la quale ognuno di voi si assume la responsabilità penale e civile delle dichiarazioni rese. Selezionando la casella corrispondente al dichiarare di essere in possesso del titolo di restauratore, quando ancora non è uscito l’elenco, corrisponde a dichiarare il falso. Il titolo di restauratore un soggetto lo acquisisce nel momento in cui il ministero pubblica il relativo elenco. Sino a quel momento non si è restauratori.

Quindi l’aver barrato nei requisiti per poter accedere al concorso, la casella relativa all'essere inpossesso della qualifica di restauratore in base all’art. 182 del codice urbani, corripsponde  .... continua a leggere
PROBLEMA INERENTE LA MANCATA PUBBLICAZIONE DELL'ESAME DI ABILITAZIONE A RESTAURATORE
Questo è uno dei problemi che ci stanno rendondo la vita difficile in questi giorni. Senza scrivere tutte i ragionamenti vi indico solo le considerazioni finali.
Il fatto che il MiBACT non abbia indetto l'esame dal 2012, non è elemento per poter inficiare un bando in sede di TAR. Il MiBACT è sicuramente inadempiente nei confronti di una previsione normativa e questa inadempienza può avere giuridicamente due risvolti differenti:
  1. dal punto di vista amministrativo: è possibile diffidare il MiBACT affinchè indica l'esame previsto dal'art. 182 del D.Lgs 42/2004, e in caso di sua ulteriore inadempienza rivolgersi al TAR affinchè lo costringa ad eseguire la previsione normativa;
  2. dal punto di vista civile: potrebbe (purtroppo il condizionale è d'obbligo non essendoci casi analoghi da cui poter prendere spunto) essere configurabile una richiesta risarcitoria nei confronti del ..... continua a leggere
 
Torna ai contenuti | Torna al menu