Vai ai contenuti

Menu principale:

News e Comunicati

News 10/02/2017 Risposat al quesito Mibact per la figura professionale del Collaboratore Restauratore
Viste le numerose domande poste sui canali social, abbiamo inviato un quesito formale al MiBACT in relazione alla figura professionale dei Collaboratori Restauratori che potete leggere qui. In data odierna il Mibact ha risposto ed alleghiamo il file. Interessante il fatto che è prevista una procedura per acquisire il titolo cdi Collaboratore restauratore che verrà pubblicata a breve. Per maggiorni Info visitare la pagina e scaricare il documento

NEWS 31 AGOSTO 2016 - PROROGA AL 31 LUGLIO 2017 - COME PARTECIPARE AL RICORSO AL TAR
Cari amici
è arrivato il momento di procedere con la prossima battaglia contro la famigerata PROROGA al 30 Giugno 2017 per l'emanazione dell'elenco Restauratori. Oggetto del Ricorso è l’ANNULLAMENTO della Proroga al 30 Giugno 2017 e richiesta di Emanazione dell’Elenco Restauratori IMMEDIATAMENTE.

Chi può partecipare a questo ricorso?

  1. tutti coloro che hanno partecipato al Bando Restauratori
  2. tutti i Collaboratori Restauratori che devono sapere per chi possono lavorare
  3. tutti i committenti di lavori di Restauro su Beni Tutelati

chi NON ha partecipato al Bando Restauratori (punti 2 e 3) potrà contribuire al ricorso in qualità di "sostenitore" facendo una donazione libera, seguendo le indicazioni che troverete cliccando qui  Come sempre, rimaniamo a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento.


Il Presidente
Avv. Daniele Ingarrica
NEWS 30 AGOSTO 2016 - SVILUPPI RICORSO TAR C/ BANDO FUNZIONARI RESTAURATORI

Presso il TAR del Lazio, Sezione prima bis, sono state  discusse in Camera di Consiglio le istanze cautelari articolate nel ricorso  proposto da alcuni concorrenti nonché dall’Associazione Coordinamento Restauro  avverso il “bando di concorso RIPAM-MIBACT Funzionari Restauratori” indetto  dalla Commissione per l’attuazione del Progetto RIPAM con delibera del  19.5.2016, per il reclutamento di n. 80 (ottanta) funzionari restauratori da  inquadrare nel MIBACT.
All’esito della camera di Consiglio è stato disposto,  d’intesa con il Collegio, un rinvio al merito della discussione dell’istanza  cautelare in quanto il TAR, pur ritenendo che non sussistano i presupposti del  danno grave ed irreparabile per l’Associazione tali da giustificare la  concessione di una misura cautelare volta a sospendere la procedura selettiva,  tuttavia ha ribadito di aver presenti tutte le censure sollevate nel ricorso,  ritenendo che esse vadano più opportunamente discusse nell’udienza di merito,  così riconoscendo implicitamente la legittimazione ad agire dell’Associazione  che era stata messa in dubbio dalla difesa del Formez.
Ci riteniamo quindi  moderatamente soddisfatti dell’esito della discussione poiché, per quanto  concerne l’interesse dell’Associazione avremo modo di articolare ulteriormente  le nostre difese in previsione dell’udienza, la cui fissazione dovrà essere  disposta e sarà nostra cura sollecitare la cancelleria competente.

Sarete costantemente agiornati sugli ulteriori sviluppi.

Il Presidente
Avv. Daniele Ingarrica
BIGNAMI INFO RICORSO ACR

“Per partecipare al Ricorso ACR è NECESSARIO Inviate il Vostro Contributo NON più tardi di DOMENICA 3 LUGLIO 2016!
- “… il nostro ricorso non è ad personam, ovvero in caso di esito positivo tutti potrebbero avere dei vantaggi. “
  1. Se il Tar dovesse dichiarare illegittimo il bando e quindi annullarlo, il bando dovrà essere riscritto e ripubblicato (l’assunzione è stata deliberata con la “legge di stabilità 2016” Legge n. 208 del 2015 art. 1 commi 328-329-330). Questo potrebbe permetterci di intervenire attivamente con il MiBACT per evitare discriminazioni di sorta per ogni categoria (LM11 – collaboratori restauratori – coloro che sono in attesa delle prove d’idoneità);
  2. Se il TAR dovesse posticipare il bando, tutti coloro che hanno partecipato al bando per ottenere la qualifica di restauratore i cui risultati usciranno per fine luglio saranno stati comunque tutelati;
- “ACR non consiglierà MAI di iscriversi al bando funzionari avendo consapevolezza che si dichiarerebbe il falso seppur alcune risposte del Ripam facciano credere il contrario.

DOBBIAMO però considerare che se il Ricorso ACR non si potrà fare perché non si raggiungerà il numero necessario di ADESIONI, chi NON ha concluso l’iscrizione NON potrà più portarla a termine.”
- “ qualsiasi condizione abbiate raggiunto in relazione all’Iscrizione al Bando Funzionario Restauratore PRESCINDE dal poter partecipare al Ricorso ACR”


LINK UTILI AD APPROFONDIRE L’ARGOMENTO RICORSO ACR :
Ricorso al TARConsiderazioni generali quando si ha a che fare con la Giustizia
http://asscr.forumfree.it/?t=72691095
Ricorso avverso il Bando degli 80 posti di funzionario restauratoreChi può aderire all'iniziativa? Perché è opportuno aderire?
http://asscr.forumfree.it/?t=72691122
Considerazioni generali sul bando di concorso
http://asscr.forumfree.it/?t=72691049
Ricorso al TAR - mancata adesione e conseguente mancata presentazioneCosa succede se il ricorso al TAR non venisse presentato per mancanza di adesioni?
http://asscr.forumfree.it/?t=72704512
23/06/2016 Bando 80 funzionari restauratori - Ora puoi sostenere attivamente ACR per la presentazione del ricorso
Grazie alle numerosissime pre-adesioni che abbiamo ricevuto siamo in grado sin da ora di poter dare a tutti la possibilità di partecipare attivamente al ricorso al Tar, mettendo in condizione ACR di sostenere le spese per L'avvocato Michele Guzzo che patrocinerà la nostra causa.


21/06/2016 Bando 80 funzionari restauratori - RICORSO AL TAR

ACR procederà ad un ricorso per l'annullamento del BANDO funzionario Restauratore  perché prevede la possibilità di partecipare a chi ha i requisiti ex art. 182, ma quei requisiti non li ha ancora nessuno.
TUTTI coloro che si trovano nelle situazioni previste dall’art.182, (quindi i collaboratori e tutti coloro che sono in attesa dell'esame abilitante, coloro che sono in attesa dell'esito del Bando restauratori) ha un sicuro interesse a fare questo Ricorso.
ACR accoglierà CHIUNQUE tra questi soggetti che voglia fare qualche cosa di concreto affinché ACR sia messa in condizioni di poter operare nel nome di tutti (soci e non soci). Per questo motivo è necessario compilare un modulo di preadesione che ci permetta di capire l'interesse che si ha nell'annullare il bando o meno.



21/06/2016 Bando 500 funzionari
Come promesso, ecco dove poter approfondire i temi relativi al concorso per la nomina dei funzionari restauratori.


20/06/2016 Bando 500 funzionari
Cari Soci

In questi ultimi giorni abbiamo letto numerosi post riguardo al concorso degli 80 funzionari restauratori nei quali si univano numerose problematiche che in realtà sono ben distinte. Molte persone pur in buona fede danno consigli e/o opinioni errate, quindi alle volte è meglio attendere un attimo, soprattutto quando la materia è molto complessa e resa confusionaria a causa di mancanza di dati certi e di regole ben definite

Da un punto di vista generale il Bando di per sé è confusionario e profondamente irrazionale. Da un lato si riconoscerà la figura di funzionario restauratore a chi non ha magari le competenze, dall’altro si esclude una moltitudine di soggetti che pur avendo in via astratta i titoli non può parteciparvi.

Pubblicheremo nei prossimi giorni, vari post nei quali descriveremo tutte (o almeno spero) le situazioni e le possibili soluzioni, così che ognuno di voi possa fare le proprie scelte basate su un’analisi tecnico giuridica con la consapevolezza dei pro e dei contro.



Presidente ACR
Avv. Daniele Ingarrica

23/03/2016 Elenco collaboratori restauratori
Finalmente dopo tanta attesa è stato publicato mediante avviso l'elenco di coloro che hanno ottenuto la qualifica di collaboratore restauratore - tecnico del restauro. (visualizza l'elenco). Da una prima analisi sono stati ammessi quasi il 95% di coloro che hanno presentato domanda, quindi sicuramente è un buon risultato e, così come vi avevamo anticipato, il criterio utilizzato dalla commissione ai fini dell'ammissione è stato il "favor admissionis" (Cfr comunicazioni area privata del sito).
Nel congratularci con tutti coloro che hanno ottenuto la qualifica, chiariamo quello che dovrebbero fare tutti gli esclusi dall'elenco per non perdere definitivamente la possibilità di vedersi attribuita la qualifica richiesta.

L'avviso 38/2016 (visualizza l'avviso) prevede per i non ammessi la possibilità di presentare, entro venti giorni dal ricevimento della comunicazione ufficiale ai sensi dell'art. 10 L. 341/90, le proprie osservazioni e deduzioni, sulla base delle quali, e comunque decorso detto termine, verranno adottati i provvedimentidefinitivi [...].

Permettetemi alcune riflessioni.
A prima vista il testo dell'avviso potrebbe essere interpretato  come una dilatazione dei tempi per poter proporre ricorso avverso l'esclusione. Infatti è possibile interpretare l'elenco pubblicato oggi, come un elenco provvisorio che, a seguito della successiva valutazione delle deduzione degli esclusi, verrà reso definitivo. Pertanto si potrebbe ipotizzare quale termine iniziale per il decorrere dei 60 gg per poter proporre ricorso al TAR, sia quello coincidente con la publicazione dell'elenco definitivo. Questa interpretazione, che non è sbagliata, è sicuramente poco prudente per chi ha veramente interesse ad essere incluso nell'elenco dei collaboratori restauratori e tecnici del restauro.
Infatti il primo atto lesivo degli interessi di coloro che sono stati esclusi è proprio la pubblicazione odierna. Conseguentemente da oggi partono i 60 giorni di tempo per poter proporre ricorso al TAR a prescindere da tutte la altre attività successive.
Pertanto (a titolo di esempio) se io oggi non fossi rientrato nell'elenco, farei oggi stesso un'istanza di accesso agli atti, con contestuale dichiarazione ex art. 10 L. 241/90 di voler partecipare al procedimento amministrativo. Poi se nei 60 giorni di tempo che ho per presentare il ricorso, dovessi ricevere la comunicazione di cui sopra con successivo invio delle mie deduzioni e queste dovessero essere accolte, è ovvio che non proporrei più il ricorso al TAR.  Se invece come spesso accade, nei 60 giorni non dovessi ricevere neanche la comunicazione che mi permetterebbe di fare le mie deduzioni, allora proporrei ricorso sulla base dei documenti ottenuti mediante l'istanza di accesso agli atti. Se nenache ho ottenuto i documenti, il ricorso sarebbe comulativo di più elementi, compreso il mancato rilascio della documentazione richiesta.

Mi rendo conto della difficoltà del ragionamento, è per questo che per tutti i soci, ai fini di una consulenza sul da farsi sono a disposizione a titolo gratuito.

Presidente ACR
Avv. Daniele Ingarrica

26/02/2016 Bando collaboratori restauratori
Dal Ministero, su sollecitazione del Presidente di ACR, è stato confermato quanto vi avevamo già anticipato, ovvero che i risultati del bndo saranno pubblicati sul sito istituzionale.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu